Osteopatia


L'osteopatia è una scienza terapeutica naturale, fondata su una conoscenza precisa della fisiologia e dell'anatomia del corpo umano. Si serve di ogni mezzo manuale di diagnosi per evidenziare le disfunzioni e l'assenza di mobilità dei tessuti che comportano un'alterazione dell'equilibrio generale dell'individuo. Il concetto osteopatico, unicamente nella sua pratica manuale, sollecita al meglio le risorse proprie dell'individuo, considerato nella sua globalità.
L'osteopatia si rivolge ad ogni persona affetta da una alterazione della mobilità articolare e tessutale. L'osteopatia interviene su pazienti di tutte le età, dal neonato all'anziano. Può essere applicata durante la gravidanza e nel bambino nel periodo neonatale. La nozione di osteopatia trasforma in modo radicale i termini ai quali siamo culturalmente abituati: "gastriti, tendiniti, rino-faringiti" che evocano sfere specialistiche ed esclusive. Qualunque sia il disturbo, l'osteopata lo tratterà con un approccio terapeutico globale.
In sintesi, l'osteopatia si rivolge alle persone che presentano sintomi solitamente classificati per specialità e che interessano le grandi funzioni dell'organismo: locomotoria, neurologica, genito-urinaria, O.R.L., oftalmica, digestiva, cardio-polmonare, psichica, occlusale. L'osteopatia tratta le restrizioni di mobilità delle strutture, ristabilendo una buona funzionalità dell'insieme.