Metodo Mézières


Il Metodo Mézières, conosciuto anche con il termine di Riabilitazione Morfologica o Posturale, è una tecnica di riabilitazione individuale elaborata dalla fisioterapista francese Françoise Mézières, che a partire dal 1947 sviluppò questo metodo che individuò la causa di molte asimmetrie posturali (scoliosi, cifosi, iperlordosi) e di molti disturbi artrosici, nell’accorciamento e nella conseguente rigidità dei muscoli posteriori del corpo.
Attraverso un lavoro di ripristino della simmetria corporea, con movimenti precisi ed esercitando i muscoli "dimenticati"', con questo metodo, si lavorerà per restituire lunghezza, elasticità e benessere alla muscolatura interessata, promettendo, in questo modo, il recupero funzionale del corpo nello spazio. La corretta posizione del corpo nello spazio, deriva infatti dal corretto tono muscolare e dall’elasticità delle fasce connettivali, che delimitano gli spazi muscolari e organici. Per Mézières il centro funzionale del corpo è rappresentato dalla schiena, per cui diviene basilare il lavoro fisioterapico eseguito su di essa. Allungando, infatti, fasce muscolari e connettivali intorpidite, si otterrà un miglioramento della postura, una maggiore flessibilità articolare e un senso di vitalità a cui corrisponderà una presa di coscienza della diretta relazione tra benessere fisico e benessere psichico. I disturbi che si possono contrastare col metodo Mézières sono dunque scoliosi, cifosi e patologie vertebrali, ma anche artrosi, lombalgie, torcicollo, lussazioni e distorsioni.